Il Sidro è Alcolico, si ma Quanti Gradi ha il Sidro?

il sidro di mele è alcolico come la birra e altre bevande

Il Sidro di Mele è Alcolico?

Se cerchiamo sul dizionario, troviamo questa definizione di sidro: succo di frutta fermentato, usato come bevanda leggermente alcolica, specialmente in Francia e nei paesi nordici.

Il sidro infatti è una bevanda alcolica che nasce dalla fermentazione delle mele e più raramente delle pere. Ha una preparazione molto simile a quella del vino, che nasce dalla fermentazione dell’uva, cambiano appunto gli ingredienti e ovviamente il gusto, sicuramente più dolciastro quello del sidro.

In Italia questa bevanda non è particolarmente diffusa, preferendo la produzione di vino o birra. Numerose sono infatti le distese di vigneti, presenti da nord a sud, a discapito di una bevanda come il sidro di cui c’è poca cultura nel nostro paese, ed è presente per lo più al nord dello stivale.

I paesi storicamente produttori di sidro sono la Bretagna e le Asturie, nel Regno Unito vi sono le maggiori compagnie produttrici, 600 milioni di litri all’anno; ed è molto apprezzato dai paesi dell’area celtica, dall’Irlanda alla Normandia.

Caratteristiche del Sidro

Il colore del sidro tendenzialmente è dorato ma anche questa non è una regola assoluta, vi sono infatti numerose sfumature, da quelle più cristalline, a quelle più ambrate quasi arancio-ramati. E poi altra caratteristica è il perlage, cioè il fatto di essere più o meno frizzante, vi sono infatti bevande ferme o con più bollicine come uno spumante.

Tali aspetti possono variare e dipendere dal tipo di mela utilizzata, dal luogo in cui viene prodotta, dal tipo di lavorazione.

Quanti gradi ha il sidro

Il sidro è alcolico, ha una gradazione che oscilla generalmente tra i 2 e i 7 gradi ma esistono tipologie con un tasso alcolemico più alto, raggiungendo anche i 12 gradi.

Infatti numerosi sono i tipi di sidro e si dividono tendenzialmente in tre macro categorie:

  1. il sidro frizzante;
  2. quello spumantizzato;
  3. e il sidro fermo.

Il sidro frizzante, racchiude tantissime varietà e sono caratterizzate da una effervescenza variabile ma mai particolarmente marcata. Poi c’è il sidro dolce, che si contraddistingue proprio per la dolcezza del suo sapore, dalla frizzantezza e spumosità; non ha un tasso alcolico molto elevato, infatti si ferma al 3%. Questo tipo di sidro viene prodotto bloccando la fermentazione per un breve periodo di tempo così da lasciare che lo zucchero si mantenga abbondante nel succo. È un tipo di bevanda adatta ad essere gustata come aperitivo proprio per la sua freschezza e per il .basso contenuto alcolico.


Proseguiamo con il sidro secco e semi secco; entrambi i tipi presentano le stesse caratteristiche, sono dolci ma non come il sidro descritto in precedenza. Si differenziano per l’aroma, più marcato e deciso nel sidro secco che è anche quello più alcolico, con una gradazione che va dai 4,5% ai 7%, e più delicato e dolce nel sidro semi secco, con una gradazione che varia dai 3,5% ai 6%.

Il sidro spumantizzato, ottimo per le occasioni speciali è caratterizzato dalla elevata effervescenza della bevanda, con una gradazione che va dai 4% a 8%. Si distinguono due tecniche che conferiscono la sua particolare effervescenza: il metodo classico e il metodo Charmat. In entrambi i casi il sidro viene fatto rifermentare con aggiunta di zuccheri e lieviti selezionati ma nel secondo metodo la rifermentazione avviene in una autoclave.

I sidri di questo tipo si dividono in : dry, cioè sidro secco, è lo spumante più amabile; extra dry, extra secco; e brut dai sapori floreali e minerali. Il sidro fermo è caratterizzato dall’assenza di gas e dal suo essere molto corposo, con sapori e aromi molto marcati e una gradazione alcolica che varia dai 5,5% ai 9%. Ottimo per i periodi autunno-invernali, magari da gustare in famiglia nella notte di Natale.

E infine il sidro naturale, non è particolarmente effervescente, è caratterizzato da una particolare acidità e i sapori delle mele sono particolarmente intensi.

Sidro analcolico

Esiste anche un altro tipo di sidro, quello analcolico, la cui preparazione è senz’altro più semplice e veloce.

Una bevanda fresca e fruttata adatta a tutti, grandi e piccini, buona sia in estate che in inverno. Da provare anche a casa, magari per una merenda oppure come aperitivo.

Effetti benefici e controindicazioni

Gli effetti positivi del sidro sono conosciuti fin dai tempi antichi, per le molte proprietà curative, diuretiche, digestive, antidiarroiche, curative per la tosse, i malanni di stagione; aiuta quindi per il sistema immunitario, il funzionamento dei reni ma non solo, è conosciuto anche per le sue proprietà cicatrizzanti e preventive delle malattie cardiovascolari, patologie cancerose.

Infatti il sidro è un ottimo antiossidante, utile proprio per questo genere di patologie oltre che per il rigeneramento cellulare della pelle, e della sua elasticità; inoltre è ricco di sali minerali come potassio e calcio; depura l’organismo, elimina le tossine.

Quindi le proprietà del succo di mela e della sua buccia sono tante e ampiamente riconosciuti sono gli effetti.

Ma vi sono anche effetti collaterali derivanti dalla sua componente alcolica; infatti è bene non abusarne, un consumo eccessivo può danneggiare lo stomaco favorendone l’acidità corporea e non è consigliato alle donne in gravidanza, così come per ogni bevanda alcolica.